Cronaca/Mondo/My opinions

«Non è stato lo tsunami»

Lo tsunami non avrebbe, quindi, colpa per la rottura degli impianti della centrale nucleare di Fukushima.

image

Secondo quanto emerso fino ad ora da indagini governative, quello che ha sempre affermato la Tepco, erano bugie.
Simulazioni computerizzate presentate dalla società proprietaria del sito, infatti, non riproducono i tempi esatti tra la variazione del livello dell’acqua e la pressione nei tubi.
A questo punto, l’ipotesi è che le tubature siano state danneggiate prima dell’arrivo dell’onda di tsunami, cioè: durante il terremoto.

Si dimostra, ancora, che la Tepco ha volutamente nascosto i veri motivi per cui la centrale di Fukushima ha avuto tutti questi problemi di sicurezza.
Le indagini eseguite dalla task force governativa hanno, peraltro, dimostrato che le normative anti terremoti, entrate in vigore nel 2006, assieme agli stress test eseguiti sulle centrali nucleari del Paese, non sono valide quanto ci si aspetta.
È questo per colpa anche della falsità della maggiore società proprietaria di queste centrali, appunto, la Tepco.

In Giappone, vi sono gravi carenze di sicurezza nell’ambito nucleare, che hanno portato, quasi, ad un disastro di proporzioni gigantesche. Il resto del mondo si è salvato, ma i poveri abitanti della regione di Fukushima si salveranno?

Fonte: Aera (tramite Internazionale 927)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...